ALLARMI E ANTIFURTO IN TICINO

Confrontare varie soluzioni di allarmi e antifurto disponibili in Ticino per la tua casa o il tuo stabile. Abbiamo soluzioni antifurto per tutte le situazioni.

Allarmi e antifurto in Ticino, casa tua

 

Capita spesso di informarsi riguardo allarmi e antifurto della propria abitazione in Ticino solo dopo che un vicino di casa ha subito un furto con scasso. Noi preferiamo prevenire questa situazione e assicurare al meglio la tua abitazione con un impianto d’allarme con fili oppure un impianto d’allarme wireless.

Con un sistema di allarmi e antifurto riesci a prevenire un furto con scasso e quindi di proteggere al meglio i tuoi averi. Infatti i ladri spesso desistono nel procedere con il colpo se vedono che la casa è protetta da un allarmi e antifurto. In Ticino si può fare ancora di più, e a noi piacerebbe davvero far passare il messaggio che è meglio anticipare l’eventualità di un furto con un allarme e antifurto piuttosto che rischiare di perdere anche solo degli oggetti con valore affettivo.

 

Giornata Nazionale per la prevenzione dei furti con scasso

Ogni anno, durante il weekend del cambio di ora, viene svolta la giornata nazionale per la prevenzione dei furti con scasso.  Questa è condotta dalle forze di polizia svizzere, dalla Prevenzione svizzera della Criminalità (PSC) e dalla Sicurezza dell’alloggio in Svizzera (SAS), ha lo scopo di informare la popolazione sui rischi legati ai furti con scasso e sulle misure di prevenzione da adottare. 5 misure le trovate poco più sotto, nella gallery.

Le statistiche mostrano che, a livello cantonale, i furti con scasso e le violazioni di domicilio sono complessivamente in aumento. In Ticino infatti, dopo una lunga fase positiva, nel 2018 e 2019 i furti con scasso sono tornati ad aumentare. Ecco qualche dato: nel 2019 ne sono avventuri 1’240 rispetto ai 1’159 del 2018 (+7%). Questo incremento è anche stato registrato per i furti senza scasso (2’263, +7%), e per i reati contro il patrimonio (8’501, +6%).

Con l’arrivo dell’estate capita spesso di trovarsi fuori casa, anche per intere settimane. Così come durante l’autunno quando l’imbrunire arriva quando siete ancora al lavoro. È in questi giorni che i furti con scasso aumentano, specialmente nelle case vulnerabili e prive di protezione.

Installare un allarmi e antifurto per la casa è la soluzione che può evitare questi spiacevoli inconvenienti e, visto che le opportunità sono tante, i costi sono abbordabili e la protezione è assicurata, non vi resta che fare la giusta scelta tra le varie tipologie di allarme per la casa.

L’antifurto è un sistema di allarme elettronico anti intrusione. Anche se ad oggi non esistono sistemi d’allarmi e antifurto completamente non manomissibili, l’utilità di questi sistemi è indiscutibile, sia perché proteggono l’edificio rilevando presenze anomale (all’interno e all’esterno della casa) durante la vostra assenza, sia perché hanno anche la funzione di allertare le forze dell’ordine e cogliere il malintenzionato con le mani nel sacco. Ti rimandiamo anche alla nostra sezione casseforti, perchè è anche importante mettere al sicuro i propri oggetti.

Chiedici un checkup gratuito

Con un breve sopralluogo possiamo consigliarti al meglio per il sistema di allarme più adatto alle tue necessità. 

 

Le tipologie di impianto allarmi e antifurto per la casa

Esistono diverse tipologie di allarme per la casa, ognuna delle quali presenta differenti tipi di rilevatori e di funzioni ma una distinzione di base può essere fatta, innanzitutto, tra impianti d’allarme con fili (via cavo), e impianti d’allarme senza fili (wireless).

 

Impianti d’allarme e antifurto con fili

Gli impianti di allarme con fili, o via cavo, sono composti da una rete di cavi elettrici che collegano le varie componenti del sistema disposte nell’edificio.

Sono alimentati da un circuito elettrico a bassa tensione i cui fili, solo per alcuni modelli, possono essere inseriti nel già presente impianto elettrico. In questo caso, quindi, l’installazione non richiederebbe particolari lavori di adattamento.

Questa tipologia di allarme per la casa è molto sicura: i fili che ne permettono il funzionamento sono incassati nel muro e il tentativo di tagliarli farebbe scattare l’intero sistema di allarme mettendo in fuga i ladri.

Installare questo impianto d’allarme antifurto in Ticino è ideale negli edifici in fase di costruzione o di ristrutturazione, perché altrimenti richiederebbe costi maggiori per gli interventi di foratura e riparazione dei muri per consentire il passaggio dei fili. 

Si consideri che le componenti da installare in un impianto d’allarme sono minimo 3 (centrale, rilevatori e sirena) che vanno collegati tra loro in tutto l’edificio e, quindi, non sempre lo spazio per inserire i fili nelle canaline di un impianto elettrico già esistente è sufficiente. Per questo motivo, le tempistiche per l’installazione dell’allarme con fili sono considerevolmente alte.

 

Impianto d’allarmi e antifurto senza fili (wireless)

Un sistema d’allarme senza fili (wireless o via radio) è analogo a quello di un sistema via cavo: è composto anch’esso dalla centrale di allarme che gestisce l’impianto antintrusione, i rivelatori disposti nelle varie zone dell’edificio che rilevano l’intrusione e inviano il segnale alla centralina e dei dispositivi di allarme, acustici (come le sirene) o i combinatori telefonici per segnalare l’allarme alle forze dell’ordine.

Per l’antifurto senza fili non sono necessari cavi di alcun tipo, poiché le varie componenti dell’allarme comunicano tra loro grazie alle onde elettromagnetiche, via etere.

L’energia ai vari dispositivi è fornita da batterie a lunga durata, la cui carica è periodicamente segnalata e, se è in procinto di terminare, viene avvisato l’installatore che provvede alla sostituzione. Ciò permette, inoltre, all’impianto d’allarme di funzionare anche in caso di lunghi blackout, o di guasti alla linea elettrica, mantenendo ugualmente la casa al sicuro.

Le tempistiche per l’installazione di un impianto di allarme wireless sono molto brevi: i costi di questo antifurto sono bassi, così come quelli dell’installazione, in quanto non ci sono costi di lavori di muratura per il passaggio dei cavi. Inoltre, questo impianto può essere aggiornato e perfezionato nel tempo e, in caso di trasloco, può essere facilmente trasportato e installato nella nuova casa.

Se volete trovare un possibile difetto di questa tipologia di allarme è che, funzionando tramite l’etere potrebbe essere soggetta a malfunzionamenti causati da interferenze radio. Questo può accadere con sistemi di allarme obsoleti o di bassa qualità: gli allarmi ultramoderni prodotti oggi, però, sono sempre più affidabili e stabili da questo punto di vista, il rischio di interferenze è nullo.

 

Impianti d’allarme misti

È definito misto perché una parte dell’impianto è installata con i cavi, mentre un altra parte no. Generalmente la parte installata con i cavi comprende solo la centralina che è alimentata quindi con l’energia elettrica, mentre i sensori comunicano con le onde radio.

Gli impianti d’allarme misti di solito sono la conseguenza dell’ampliamento di un impianto con cavi già esistente, ai quali vengono aggiunti altre componenti senza fili.

In questo caso, i sensori installati in particolari punti, come la serratura della porta, aumentano sensibilmente la protezione.

 

 

Da cosa è composto un impianto d’allarme e antifurto per la casa?

Le principali componenti di un sistema d’allarme sono generalmente 4 ma possono variare in base al tipo di sistema. In commercio è possibile trovare kit di sistemi d’allarme completi con le istruzioni per il montaggio che vi consentirebbero l’installazione dell’antifurto fai da te, composti da:

  • I dispositivi di comando: telecomandi, tastiere, chiavi etc.. che consentono l’attivazione o la disattivazione dell’allarme
  • La centralina: la componente più importante di tutto l’impianto, rappresenta il cervello dell’allarme; ogni minima rilevazione (immagini, suoni, movimenti..) viene registrata e trasformata in dati. L’eleborazione immediata di questi dati da parte della centralina, provoca, se necessario, l’attivazione dell’allarme secondo gli standard impostati in fase di installazione
  • I sensori: rappresentano gli “occhi” dell’antifurto; collegati alla centralina, inviano ciò che è stato rilevato nell’abitazione quando sono attivi
  • I dispositivi sonori, che se azionati emettono un suono che segnala la presenza dei ladri in casa.

Ti interessa approfondire la tua protezione?

SicuraChiave si occupa della tua sicurezza: siamo a tua disposizione per una prima consulenza senza impegno e gratuita.

Contattaci o vieni a trovarci a contatti qui sotto.